News istituzionali

12 Luglio 2013

Consiglio comunale del 19/07/2013

Un ordine del giorno minimale come punti previsti, solo tre, di cui l’iniziale, di prassi, è stato di natura tecnica essendo riferito all’approvazione dei verbali della seduta precedente. Oltre quattro ore fitte di seduta, comunque, per il Consiglio comunale di Gressan di venerdì 19 luglio, che gli amministratori, ancora una volta, a distanza di cinque mesi, hanno tenuto nella sede “atipica” delle scuole elementari del capoluogo. Il tutto determinato dal pronunciamento alle osservazioni presentate sul testo preliminare della variante sostanziale al Piano Regolatore Comunale.

E’ stato così che l’auditorium, grazie alla possibilità di ospitare proiezioni, è stato sede dei lavori consiliari, così come a fine febbraio, ed ha permesso la visione del materiale proposto dai professionisti; prezioso supporto alle sessantasei osservazioni provenienti da residenti e da realtà attive sul territorio, per quello che è stato uno degli ultimi passaggi della variante sostanziale al PRGC. Venti sono stati i pronunciamenti del Consiglio a favore delle osservazioni, diciannove quelle parzialmente accolte, una votata favorevolmente previa conciliazione con gli uffici regionali preposti, mentre venticinque sono risultate non accolte. A questo si aggiunge il voto favorevole all’unica osservazione collegata al programma di sviluppo turistico del comune di Gressan.

Quattro ore di fitto resoconto, presentato dal Sindaco Michel Martinet, che ha snocciolato le sessantasei osservazioni, diverse delle quali arricchite da sub-osservazioni (in un caso se ne sono contate più di venti). “Un lavorone – dice il Sindaco –ma in definitiva questo ultimo passaggio è l’equivalente della punta di un iceberg di un percorso lungo, impegnativo e capillare; andando a toccare e analizzare ogni frazione di un territorio, quello di Gressan, che parte dai 500 slm salendo oltre i 2700 metri di altezza dal mare, con caratteristiche evidentemente molto differenti tra loro. Si tratta di un percorso trasversale che ha coinvolto le ultime due giunte, dove il nostro gruppo con buon senso, guardando all’interesse generale e seguendo la linea di ridurre al minimo le nuove edificazioni, riqualificare l’esistenze e spingere sulla risorsa del turismo, ha recepito oltre l’80% del lavoro già impostato dai nostri predecessori, ora seduti in minoranza. Per questo – continua Martinet – consideriamo strumentale la polemica dell’opposizione che ha deciso di non prendere parte ai lavori”.

Il caso che ha contraddistinto questa seduta estiva sta proprio nella decisione del gruppo Esprit Gressaen di lasciare l’aula. I cinque consiglieri di minoranza, hanno contestato all’Amministrazione la decisione di non fare uscire dalla casa comunale la documentazione. Ne è uscito un aspro scambio di parole dove chi contestava reclamava la rigidità del Sindaco e l’impedimento a poter analizzare come gruppo la documentazione, dall’altra il Primo cittadino che giustificava la decisione per la delicatezza e la riservatezza di molte richieste. Alla indisponibilità a rinviare l’Assemblea, chiesta dal capogruppo Mirco Imperial, la scelta dei cinque rappresentanti è stata l’abbandono dell’aula.

La minoranza ha avuto a disposizione novanta giorni per presentarsi in municipio e visionare la documentazione. -ha detto il Sindaco- In tre mesi, nonostante la disponibilità ad aprire le porte del Comune sia nei giorni festivi, che di sera, i sei Consiglieri non sono riusciti a trovare il tempo per approfondire. Noi non ci siamo tirati indietro; abbiamo certamente scontentato qualche elettore che chiedeva e sperava di risolvere le proprie situazioni. Noi, con senso del dovere, abbiamo guardato al bene comune e non del singolo. Una coerenza con le scelte fatte che il gruppo di minoranza ha preferito non prendersi, adducendo motivazioni che come gruppo di maggioranza consideriamo pleonastiche. Una condotta, quella tenuta come Amministrazione – chiude il Sindaco – che confermo, a tutela di ogni singolo”.

L’uscita dall’aula dei cinque componenti di minoranza ha certamente sveltito i lavori che, in condizioni normali, avrebbero certamente avuto una coda al pomeriggio.  

I lavori si sono chiusi, dopo quattro ore e mezza dal suo inizio, con l’analisi e la bocciatura da parte del Consiglio dell’osservazione di un privato collegata ai lavori di realizzazione di nuove postazioni attrezzate per il servizio di raccolta rifiuti predisposto su Gressan, così come per gli altri nove enti, predisposto dalla Comunità montana Mont Emilius.

 L’ordine del giorno è di seguito allegato (file PDF)

Ultimi articoli

News istituzionali 16 Ottobre 2020

Convocazione del Consiglio comunale per il 22/10/2020

Si rende noto che il Consiglio comunale si riunirà, in sessione straordinaria ed in seduta pubblica, il giorno giovedì 22 ottobre p.

Bandi di gara 12 Ottobre 2020

AVVISO ESITO DI GARA – Lavori di sostituzione staccionata Loc. Placenavaz

Esito gara relativo a “Procedura in affidamento diretto, ai sensi dell’art.

Notizie 12 Ottobre 2020

Legname da ardere – avviso disponibilità

Si rende noto sono aperti i termini per la presentazione delle domande per l’acquisizione di cataste di legname da ardere.

News istituzionali 1 Ottobre 2020

Convocazione del Consiglio comunale per il 07/10/2020

Si rende noto che il Consiglio comunale si riunirà, in sessione straordinaria ed in seduta pubblica, il giorno mercoledì 7 ottobre p.

torna all'inizio del contenuto