News istituzionali

21 Febbraio 2013

Consiglio comunale del 27/02/2013

Settimana impegnativa per gli amministratori di Gressan chiamati due volte nel lasso poco più di ventiquattro ore per la discussione di due ordini del giorno del Consiglio comunale.

La prima Assemblea del 2013 si è tenuta mercoledì 27 febbraio ed ha contemplato una seduta mattutina ed una pomeridiana.

Inedita anche la sede della riunione, l’auditorium delle vicine scuole elementari, che ha sostituito la sala consiliare, locale non strutturato ad ospitare proiezioni. Proiezioni necessarie per garantire ai Consiglieri, così come ai presenti in sala, i supporti che i professionisti, gli architetti Franco Corsico e Andrea Marchisio, hanno predisposto a supporto del documento certamente più importante della seduta, l’adozione del testo preliminare della variante sostanziale al vigente Piano Regolatore Generale Comunale e del collegato documento di programma di sviluppo turistico del comune di Gressan.

I due elaborati sono stati conglobati in un solo deliberato che è stato approvato a maggioranza, con l’astensione dei cinque rappresentanti il gruppo di minoranza.

Si è partiti dal PST, il Programma di Sviluppo Turistico, uno studio di indirizzo e proiezione strategico che definisce proposte operative relative agli elementi funzionali a migliorare l’accoglienza turistica con una visione d’insieme. Un documento necessario e contemplato dalla normativa regionale, in relazione alla presenza sul territorio comunale del comprensorio sciistico di Pila, considerata grande stazione turistica. “Le linee di indirizzo dettate ai redattori del PST, – ha affermato il Sindaco Michel Martinet – sono state evidentemente molteplici. Da un lato si sono date indicazioni per valorizzare la parte bassa del Comune, con la promozione delle risorse culturali e la vicinanza con il comune Aosta sfruttando la posizione nell’asse centrale della Plaine d’Aoste; per ciò che riguarda la collina si è pensato di incrementare il turismo escursionistico legato alle realtà presenti sul territorio e ancora, per ciò che riguarda Pila, cercare di predisporre un’azione completa che possa permettere alla nostra stazione di godere oltre allo Ski total, anche di altre forme i turismo e soprattutto promuovere iniziative finalizzate all’aggregazione degli ospiti. Quindi, come previsto dal nostro programma elettorale, abbiamo inteso sviluppare una proposta a lungo termine che veda il completarsi del progetto in diverse fasi, ma che le stesse contribuiscano ad un risultato finale armonico”.

La parola è poi passata al professor Franco Corsico, dello studio Pession di Torino, che ha presentato un’ampia panoramica, fornendo ai presenti le “chiavi di lettura” del PST (il Programma di Sviluppo Turistico), un documento che si propone definire le scelte strategiche per garantire appeal e successo turistico a Gressan, intervenendo con attenzione su quello che è il punto di forza dell’offerta del territorio comunale, garantito dalla stazione di Pila. “Si è lavorato partendo dal piano strategico di marketing della Regione Valle d’Aosta del 2009. – ha detto il prof. Corsico – Sono stati poi approfonditi gli atout, quegli attrattori di rilevanza internazionale (definiti Star) identificabili nell’offerta dello sci alpino, del trekking, della natura e della proposta collegata alla bici, quest’ultima di recente espansione”. “Connotanti”, in quanto potenzialmente interessanti e meritevoli di valorizzazione a completamento dell’offerta sono stati considerati snowboard e golf. Nel Piano, tra le tipologie vincenti, trova anche spazio l’offerta wellness.

Al di là di quelle che sono le proposte su cui investire, l’analisi ha abbracciato anche l’ambito urbanistico evidenziando quale ben visibile punto di debolezza la completa mancanza di identità del Paese. “Pila, seguendo quello che è stato l’intervento edificatorio compiuto intorno agli anni ’70, altro non è che una ‘macchina per sciare’. L’aspetto su cui lavorare – ha evidenziato il prof Corsico – è creare ora un punto aggregativo, già identificabile, nella strategica stazione di arrivo della funivia Aosta-Pila. Da qui è stato ipotizzato, quale elemento caratterizzante, può trovare vita un percorso in grado di garantire la creazione di un borgo vivibile, con negozi e altre offerte, che possa fare da cerniera con il parcheggio sottostante, che deve essere completamente rivisto e riorganizzato, e con il polo recentemente ricostituito che ha nell’offerta del pattinaggio in sintetico un’interessante atout”.

Non manca la previsione di un’aumentata offerta alberghiera (sono stati considerati due nuovi hotel) così come, ben nascosta, è stata considerata funzionale la presenza di un’area camper attrezzata.

Nel dibattito, contraria si è dichiarata la minoranza, soprattutto riguardo la prospettiva della creazione di un’area camper in zona centrale. “Una soluzione – ha replicato il professionista – che con un intervento architettonicamente attento può risultare poco impattante ed al tempo stesso facilmente collegato al nuovo punto aggregante di Pila.”

Altrettanto importante il testo preliminare del Piano Regolatore Comunale, presentato con un’articolata relazione dall’architetto Andrea Marchisio. Le linee dettate dall’attuale maggioranza, per buona parte frutto anche del lavoro compiuto dalla precedente amministrazione, puntano a non stravolgere il territorio di Gressan, mantenendolo a misura d’uomo. “Abbiamo dato indicazioni per favorire il recupero dell’esistente sul nuovo. – ha detto il Sindaco – E’ minimale l’aumento edificatorio e si è lavorato per prevedere la possibilità di realizzare posti auto nelle immediate vicinanze dei nostri centri storici. Il massimo insediamento ipotizzabile (un valore puramente teorico) porta ad una crescita di 1027 nuovi residenti (47 in più rispetto al Prgc vigente), di cui 450 da prevedere nelle zone più antropizzate. E’ stata prevista una crescita della zona artigianale ad integrazione di quella presente nella parte bassa del comune. Il nuovo Prgc contempla anche la prospettiva di prevedere un’offerta alberghiera nel fondo valle, così come due nuovi spazi nella zona della conca di Pila. Alcuni nuovi spazi sono previsti anche a favore del settore primario, con possibili spazi destinati all’agricoltura ad integrazione delle prospettive di allargamento degli operatori identificati in prossimità della sede dell’Anaborava (vicino alla chiesa) ed in prossimità del confine con Jovençan”.

Consiglio comunale del 27/02/2013

Ultimi articoli

Notizie 4 Ottobre 2021

Apertura iscrizioni Corso di scultura 2021/2022

L’Amministrazione comunale di Gressan, con la collaborazione del Maestro Artigiano Dario BERLIER, organizza un corso di scultura su legno presso i locali della “Maison Gargantua”.

Bandi di gara 30 Settembre 2021

AVVISO ESITO DI GARA – Lavori di sostituzione staccionata con sicurvia Loc. Favret – 1° tratto

Esito gara relativo a “Affidamento diretto, ai sensi di quanto previsto dall’art.

Notizie 28 Settembre 2021

Dono day Vda 2021

Una grande carovana di solidarietà con oltre venti iniziative per celebrare la giornata dedicata a chi fa del dono una pratica quotidiana.

torna all'inizio del contenuto