News istituzionali

17 Maggio 2019

Serata di educazione civica

Mercoledì 15 maggio alle ore 20,30, nel teatro della scuola primaria di Gressan, si è tenuta una conferenza organizzata dai comuni di Gressan e Jovençan inerente la buone pratiche agricole nel rispetto sia degli agricoltori che dei cittadini.

Alla seratahanno partecipato in qualità di oratori il Sig. Diego Bovard e la Dott.ssaveterinaria Sandra Ganio Direttore Facente Funzioni della Struttura Complessadell’U.S.L. della Valle d’Aosta.

Abbiamo voluto organizzare questo incontro tra cittadini ed agricoltori – sottolinea il Sindaco di Gressan Michel Martinet – proprio per far capire quanto importante e delicato sia il lavoro dell’agricoltore e quindi il rispetto delle pratiche agricole e della proprietà privata rappresentino degli elementi fondamentali per la salute di tutti. Le deiezioni canine e l’abbandono dei rifiuti sui prati utilizzati per la produzione di foraggio animale, rappresentano in effetti un problema enorme per il bestiame che di esso si nutre, con conseguenze nefaste anche sulle carni che in seguito devono essere consumate”.

E’ stata una interessante iniziativa che intendiamo ripetere anche sul nostro territorio – evidenzia il Sindaco di Jovençan Vally Lucianaz – magari con un invito particolare a tutti i possessori di cani, che insieme alle colonie feline, rappresentano un reale problema di salute pubblica”.

Serata di educazione civica

Ultimi articoli

News istituzionali 2 Aprile 2021

Convocazione del Consiglio comunale dell’8/04/2021

Si rende noto che il Consiglio comunale si riunirà, in sessione ordinaria , il giorno giovedì 8 aprile p.

Notizie 31 Marzo 2021

IL LUPO IN VALLE D’AOSTA

Visto le sempre maggiori segnalazioni di avvistamento di lupi nella nostra regione, le competenti strutture dell’Amministrazione regionale hanno pubblicato un’infografica sui comportamenti da tenere in caso di incontri con un lupo.

Emergenza COVID 29 Marzo 2021

Emergenza COVID-19 – ultimi aggiornamenti

Online le misure normative per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

torna all'inizio del contenuto