Notizie

23 Aprile 2024

Consiglio comunale del 22 aprile 2024

Lunedì 22 aprile 2024, si è riunito il Consiglio comunale di Gressan, per deliberare su sette punti.

I lavori si sono aperti con l’approvazione dei verbali della precedente seduta del Consiglio, tenutasi il 7 febbraio 2024.

Nelle proprie comunicazioni, il sindaco ha riferito che, nel comprensorio di Pila, la stagione invernale 2023/24 ha visto 465 mila primi ingressi (+26% rispetto all’anno passato). Il fatturato è aumentato del +34% sfiorando i 13,3 milioni di euro. Il lavoro deve continuare, per convertire la località sciistica in località turistica per un’intera vacanza. In tal senso è stata avviata una collaborazione con il Comune di Aosta. Partiranno nell’estate i lavori per la telecabina Pila-Couis.

È stato approvato il Rendiconto della gestione relativa all’esercizio finanziario 2023. Il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2023 è di 3.368.532,64 euro. Illustrando i risultati, il sindaco ha riepilogato che, nel 2023, si è lavorato su diverse iniziative, tra cui rivisitazioni del piano regolatore con impatti sul turismo, come l’ammodernamento del comprensorio di Pila. La collaborazione con il consorzio turistico L’Espace de Pila ha portato a miglioramenti dell’offerta turistica e a un contributo di circa 700mila euro dallo Stato. Iniziative culturali e sociali sono state organizzate per promuovere la parte bassa di Gressan e supportare l’agricoltura, mentre l’avvio della distribuzione della rete gas ha rappresentato un progresso significativo. Permangono criticità legate alla gestione del personale, che potrebbero compromettere la realizzazione dei progetti futuri. Questa situazione ha portato il Comune a rescindere la convenzione con il Comune di Jovençan. È stata sottolineata la necessità di una gestione attenta delle risorse pubbliche, per garantire il benessere dell’intera comunità e realizzare le opere pubbliche necessarie.

Discussa e approvata anche una variazione al Bilancio di previsione pluriennale per il triennio 2024/26 e al Documento unico di programmazione semplificato. Fra le spese correnti, si evidenziano i 18mila euro per il conferimento di un incarico semestrale di supporto al Rup. Fra le spese in conto capitale, si segnalano i 125mila euro per la realizzazione del parcheggio di Bovet, i 200mila per la realizzazione del muro a La Cure de Chevrot, i 250mila euro destinati alla manutenzione degli asfalti, i 200mila necessari al conferimento di un incarico per la revisione generale del Piano regolatore e i 100mila per la manutenzione straordinaria al Distaccamento dei Vigili del fuoco volontari, che prevede anche l’acquisto di mobili e arredi.

Approvata la convenzione per la gestione associata delle politiche di sviluppo locale di area municipale. La convenzione vede coinvolti tutti i Comuni dell’Unité Mont-Émilius e anche i Comuni di Aosta, Aymavilles, Gignod, Roisan, Saint-Pierre e Sarre. Si propone di esercitare in forma associata le competenze attribuite ai Comuni per l’attuazione delle politiche di sviluppo locale. Il Comune di Aosta è designato come ente capofila. La convenzione mira a garantire una rappresentatività territoriale adeguata, l’adozione di una disciplina comune e una governance appropriata per la programmazione delle politiche di sviluppo territoriale. Ogni Comune si impegna a partecipare alle spese di funzionamento del sistema di governance e ad organizzare la propria struttura interna in coerenza con il modello di governance previsto dalla convenzione. La durata della convenzione è di dieci anni ed è ammesso il recesso unilaterale da parte dei Comuni sottoscrittori.
Questa convenzione, conosciuta sotto il nome di Municipia, permetterà ai Comuni della Plaine di attingere – qualora i progetti siano ritenuti idonei – a fondi nazionali per la realizzazione di opere pubbliche. Il Comune di Gressan ha proposto il rifacimento del manto in erba sintetica del campo di calcio, la ristrutturazione di Casa Cretaz e l’allargamento della strada comunale in frazione Champlan.

È stato approvato il Piano finanziario relativo alla Tari per l’anno 2024, determinando le tariffe e le modalità di applicazione dell’imposta.

Infine, è stato adottato il testo preliminare della 23a variante sostanziale parziale al Piano regolatore. Si tratta della modifica finalizzata alla realizzazione della concimaia comunale e di una stalla in collina. 

Consiglio comunale del 22 aprile 2024
torna all'inizio del contenuto