19/11/2017

Competenze.


Estratto da Statuto comunale

ART. 22 – Sindaco

  1. Il sindaco è eletto dai cittadini a suffragio universale e diretto, con le modalità stabilite dalla legge regionale ed è membro di diritto del consiglio e della giunta comunale.
  2. Quando assume le sue funzioni presta giuramento pronunciando la seguente formula“Je jure d’observer loyalement la Constitution de la République italienne et le Statut de la Région Autonome Vallée d’Aoste, de remplir les devoirs de ma charge dans l’intérêt de l’Administration et pour le bien public. Giuro di osservare lealmente la Costituzione della Repubblica Italiana e lo Statuto della Regione Autonoma Valle d’Aosta, di adempiere i doveri della mia carica nell’interesse dell’Amministrazione e per il bene pubblico”.
  3. Il sindaco è il capo del governo locale e come tale esercita funzioni di rappresentanza, presidenza, sovraintendenza ed amministrazione.
  4. Nei casi previsti dalla legge esercita le funzioni di ufficiale di governo.
  5. Il Sindaco esplica altresì le funzioni ad esso demandate dalle leggi regionali.
  6. Ha competenza e poteri di indirizzo, vigilanza e controllo dell’attività degli assessori e delle strutture gestionali ed esecutive.

ART. 23 – Competenze amministrative del Sindaco

  1. Il sindaco esercita le seguenti competenze:

a)         rappresenta il comune ad ogni effetto di legge ed è l’organo responsabile dell’amministrazione dell’ente;

b)        sovrintende alle funzioni statali e regionali attribuite o delegate al comune ed esercita quelle conferitegli dalle leggi, dallo statuto comunale o dai regolamenti;

c)         coordina l’attività dei singoli assessori;

d)        può sospendere l’adozione di specifici atti concernenti l’attività amministrativa dei singoli assessori all’uopo delegati;

e)         nomina e revoca il segretario comunale con le modalità previste dalla legge regionale;

f)          sovraintende al funzionamento degli uffici e dei servizi ed impartisce direttive al segretario comunale ed ai responsabili dei servizi in ordine agli indirizzi funzionali e di vigilanza sulla gestione amministrativa di tutti gli uffici e servizi;

g)        sulla base degli indirizzi stabiliti dal consiglio nomina i rappresentanti del comune; dette nomine devono essere effettuate entro quarantacinque giorni dal suo insediamento, ovvero entro i termini di decadenza del precedente incarico;

h)        nomina e revoca, con le modalità previste dal regolamento sull’ordinamento degli uffici e servizi, i responsabili dei servizi, attribuisce e definisce gli incarichi dirigenziali;

i)          conferisce gli incarichi, tra i dipendenti dell’ente, per la notificazione degli atti;

j)          può delegare propri poteri ed attribuzioni agli assessori ed ai funzionari nei limiti previsti dalla legge;

k)        promuove ed assume iniziative per concludere accordi di programma con tutti i soggetti pubblici, sentita la giunta;

l)          autorizza, con apposito provvedimento, l’utilizzo della sala polivalente;

m)     convoca i comizi per i referendum previsti nello statuto;

n)        adotta ordinanze ordinarie finalizzate all’attuazione di leggi o regolamenti; emana altresi ordinanze contingibili ed urgenti ai sensi dell’art. 28 l.r. 07.12.1998 n. 54;

o)        rilascia autorizzazioni commerciali, di polizia amministrativa, nonché le concessioni edilizie ed emette i relativi provvedimenti sanzionatori nel caso in cui non esistano figure di qualifica dirigenziale nel Comune, oltre al Segretario comunale, o negli enti eventualmente convenzionati con lo stesso, attraverso le forme di collaborazione di cui alla Parte IV, Titolo I, della legge regionale 07.12.1998, n. 54, per l’esercizio in forma associata delle predette funzioni comunali;

p)        emette i provvedimenti in qualità di autorità sanitaria locale;

q)        emette i provvedimenti in materia di occupazione d’urgenza e di espropri per i procedimenti espropriativi iniziati prima del 30.06.2003;

r)         provvede a coordinare ed organizzare gli orari degli esercizi commerciali, dei pubblici esercizi, dei servizi e degli uffici pubblici al fine di armonizzare l’apertura dei medesimi con le esigenze complessive e generali degli utenti ai sensi dell’art. 26 comma 8 della legge regionale 54/98;

s)         qualora il consiglio non deliberi le nomine di sua competenza entro sessanta giorni dalla prima iscrizione all’ordine del giorno, provvede, sentiti i capigruppo consiliari, entro quindici giorni dalla scadenza del termine alle nomine con proprio atto da comunicare al consiglio nella prima adunanza successiva;

t)          determina di agire e resistere in giudizio per conto e nell’interesse del comune;

u)        stipula i contratti, le convenzioni o gli atti a contenuto prevalentemente discrezionale e/o politico nonché tutti i contratti rogati dal segretario comunale;

v)        partecipa al consiglio permanente degli enti locali e al Conseil de la Plaine d’Aoste;

  1. I provvedimenti adottati dal sindaco sono denominati decreti od ordinanze.

ART. 24- Competenze di vigilanza del Sindaco

  1. Il sindaco nell’esercizio dei suoi poteri di vigilanza:

a)         acquisisce presso tutti gli uffici e servizi informazioni ed atti anche riservati;

b)        promuove direttamente, od avvalendosi del segretario comunale o dei responsabili dei servizi, indagini e verifiche amministrative sull’intera attività del comune;

c)         compie atti conservativi dei diritti del comune;

d)        può disporre l’acquisizione di atti, documenti ed informazioni presso le aziende speciali, le associazioni dei comuni di cui l’ente fa parte, le istituzioni e le società per azioni appartenenti all’ente tramite i legali rappresentanti delle stesse e ne informa il consiglio comunale;

e)         promuove ed assume iniziative atte ad assicurare che uffici, servizi, aziende speciali, istituzioni e società appartenenti al comune svolgano le loro attività secondo gli obiettivi indicati dal consiglio ed in coerenza con gli indirizzi attuativi espressi dalla giunta.


Stampa la pagina
kauçuk makinaları